Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Aggiornamento Antincendio

antincendio

La formazione continua è una realtà anche per gli architetti e...

lo sarà sempre di più e in maniera formale tra qualche mese, per via dei crediti che la legge ha di recente istituito.

L'aggiornamento professionale è una buona e sana prassi, che molti professionisti già attuano in modo autonomo, averlo fatto diventare un obbligo di legge anche per gli architetti ritengo sia stato un fatto positivo e qualcosa di innovativo, pur se con molto ritardo, e vi spiego perché. 

Tempo fa , attorno al 2003, ebbi modo di trovarmi alla Feltrinelli di Salerno e di comperare alcuni libri, mi cadde l'occhio su questo titolo "Medicina e sanità nelle costituzioni di Federico II di Svevia" [di Ortensio Zecchino - Pratola Serra (Av) - 2002 - p.37] che pensai di prendere per regalarlo a mio cognato, medico-neurologo in Brianza. Così feci e ne ebbi ringraziamenti e positivi riscontri per gli interessanti contenuti culturali che egli ne scoprì. 

Prima di acquistarlo però ne divorai le snelle pagine, lì tra gli scaffali della libreria, assorbendo essenzialmente il concetto che quì riporto: ...già nel basso medio evo, non solo in quella che è stata probabilmente la più antica scuola medica europea di Cava dei Tirreni (Sa),  si praticava, per prassi, l'aggiornamento costante e periodico dei medici che, semestralmente, dovevano sottoporsi ad un esame di verifica delle loro conoscenze e competenze. La prova si svolgeva di fronte ad una commissione di una cinquantina di medici che avevano il compito di accertare se il "professionista" fosse all'altezza del suo ruolo sanitario e se mantenesse gli standard prestazionali previsti nel suo delicato campo d'interventi operativi.

Tornando ai nostri tempi:

...su invito del mio Ordine Professionale, mi sono ritrovato in compagnia di circa cinquecento persone: Architetti, Ingegneri, Geometri, Periti industriali irpini, nella bella struttura ricettiva del Belsito Hotel "le Due Torri", appena fuori Avellino, per un interessante corso di aggiornamento antincendio.

Il convegno, tra l'altro, ha messo in rilievo che la maggiore novità codificata dai più recenti interventi legislativi in tale ambito sia:la semplificazione burocratica.

Essa verrà attuata progressivamente attraverso il conferimento ai professionisti (delle suddette differenti categorie) dei gravosi compiti di prevenzione e certificazione antincendio prima detenuti dai comandi dei VV FF.

Un fatto molto significativo per almento due motivi:

a) le nuove norme vigenti determinano lo sveltimento delle procedure necessarie all'apertura di un'attività soggetta ai vincoli antincendio;

b) attraverso tali nuove disposizioni operative, a fronte di maggiori responsabilità, si creano maggiori spazi lavorativi per i liberi professionisti.     

Visti i tempi che attraversiamo, mi sembrano due buoni aspetti socio-economici da approfondire ed attuare. 

antincendio

Condividi su:

La sicurezza nelle micro aziende

sicurezza al_contrario

Attenti alla sicurezza al contrario

Pro memoria da "BibLus-net by ACCA":

 

Dal primo giugno 2013 per le piccole aziende diventa obbligatorio il documento di valutazione dei rischi (DVR) secondo le procedure standardizzate in materia di sicurezza sul lavoro.

Le Procedure Standardizzate sono state approvate dal D.M. 30 novembre 2012, come previsto dagli articoli 6 e 29 del D.Lgs. 81/2008.

Il datore di lavoro deve effettuare la valutazione dei rischi compilando il DVR secondo queste fasi:

  • descrizione dell'azienda, del ciclo lavorativo e delle mansioni;
  • identificazione dei pericoli presenti in azienda;
  • valutazione dei rischi associati ai pericoli identificati e individuazione delle misure di prevenzione e protezione attuate;
  • definizione del programma di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza.

Le procedure standardizzate

Condividi su:

IL MAFFUCCI DI CALITRI, UNA SCUOLA CHE VALORIZZA IL TERRITORIO ED I SUOI CERVELLI …DI IERI E DI OGGI .

cervelli

 

Ieri pomeriggio, 6 maggio 2013, si è svolto un interessante Collegio dei Docenti presso l’auditorium dell’Istituto superiore A.M. Maffucci di  Calitri (Av), i lavori coordinati dal Dirigente scolastico Prof. Gerardo Vespucci, hanno visto all’ordine del giorno due questioni salienti:

a) l’approvazione del preliminare dei Piani Integrati  2013 con Tirocini e Stage in Italia, redatti ai sensi del Bando 2373 da un apposito gruppo di lavoro, coordinato dal Prof. Antonio Di Gianni, ad oggetto  Energie rinnovabili tra scuola e lavoro per il Liceo scientifico, Progettazione e Lavoro per il Liceo artistico, Prepararsi al lavoro per l’ITC;

b) la presa d’atto del nutrito ed articolato programma degli "Incontri d’arte, economia e scienza" da svolgersi tra maggio e giugno prossimo. Incontri d'arte, economia e scienza

Il Preside, nel suo intervento, circa il primo punto, ha rimarcato l’attenzione rivolta, dall’equipe preposta alla scelta dei  tirocini e degli stage, al tema scottante del lavoro, argomento di  attualità e di sicuro interesse per  i nostri  studenti.

Infatti i tre progetti preliminari approvati prevedono un investimento complessivo di circa settantamila euro che, in caso di finanziamento, verranno  equamente ripartiti tra i tre plessi scolastici di Calitri, determinando positive ricadute culturali e formative per i nostri allievi che vi prenderanno parte, con ottime prospettive di inserimento nel mondo del lavoro.

 Ma è il secondo punto all’ordine del giorno della riunione che ha evidenziato gli aspetti  più pregnanti ed innovativi della “politica scolastica” (sintetizzata nel  titolo di questo resoconto) perseguita ed attuata, nell’ultimo  quinquennio, tenacemente dal  Dirigente scolastico Vespucci, confortato, sostenuto e coadiuvato dalla gran parte del corpo docenti.

Lo si evince dai dieci  Incontri d’arte, economia e scienza  programmati, i cui appuntamenti sono già disponibili sul nostro sito, che prevedono  singolari e diversificate attività di tipo progettuale o seminariale. Esse, nei convegni e nelle riunioni che prenderanno il via dal 10 maggio e termineranno il 3 giugno,, daranno conto dei  migliori lavori e degli studi più specialistici realizzati dai nostri allievi nell’anno scolastico in corso, sia in ambito didattico, sia durante le attività integrative extracurriculari.

La peculiarità  degli eventi in calendario sarà che gli attuali allievi presenteranno  gli approfondimenti e gli elaborati svolti sotto la guida dei loro  docenti  in presenza di relatori,  ex allievi dell’Istituto Maffucci diventati, intanto,  illustri docenti universitari o sottili ricercatori, professionisti affermati  o autorità politico-amministrative.

Sarà una variegata “rassegna di cervelli Hirpini” di differenti generazioni che avranno modo di  confrontarsi culturalmente.

I  Relatori, pur se operanti in ambiti diversi dal luogo della loro originaria formazione, hanno aderito con entusiasmo all’invito giunto dalla nostra scuola, perché potranno in tal modo riscoprire le radici ed la cultura viva del nostro territorio, di cui si alimentano con successo nella loro vita professionale.

Da non perdere!

Condividi su:
Italian English French Spanish

Novità

Novità

Utenti On Line

Abbiamo 60 visitatori e nessun utente online