Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Nuove metodologie didattiche per conoscere il nostro passato

Qui di seguito vengono descritti i due Progetti redatti e curati da chi scrive dal titolo "Mestiere di Conservare" e "Culturalmente" approvati e finanziati dal MIUR, in procinto di essere attuati. Essi permetteranno agli studenti dell'Omnicomprensivo di Lacedonia (che comprende le scuole di Lacedonia, primo e secondo ciclo; Monteverde ed Aquilonia primo ciclo) di beneficiare di circa 60000 euro di finanziamenti europei stanziati per il <<Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico, di cui all’Obiettivo Specifico 10.2 - Azione 10.2.5 del Programma Operativo Nazionale “Per la Scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” per il periodo di programmazione 2014-2020>>.

Mi preme ribadire che: 

- per costruire una cittadinanza piena è fondamentale sensibilizzare le studentesse e gli studenti al proprio patrimonio culturale, artistico e paesaggistico con l’obiettivo formativo di educarli alla sua tutela, trasmettendo loro il valore che ha per la comunità, e valorizzandone a pieno la dimensione di bene comune e il potenziale che può generare per lo sviluppo democratico del Paese;

- il patrimonio culturale è da intendersi nella sua definizione più ampia, quale patrimonio immateriale e di “eredità-patrimonio culturale”, come sancito dalla Convenzione di Faro (2005): “L’eredità culturale è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione. Essa comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione nel corso del tempo fra le popolazioni e i luoghi; una comunità di eredità è costituita da un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici dell’eredità culturale, e che desidera, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future. Tutte le forme di eredità culturale costituiscono, nel loro insieme, una fonte condivisa di ricordo, comprensione, identità, coesione e creatività”.

Inoltre, è anche attraverso la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio che si definisce quel diritto di partecipazione dei cittadini alla vita culturale, indicato nella Dichiarazione universale delle Nazioni Unite dei diritti dell’uomo (1948). 

La Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore del Patrimonio culturale – “Convenzione di Faro” del 2005 e sottoscritta dall’Italia nel 2013, rivendica la conoscenza e l’uso del patrimonio come diritto di partecipazione dei cittadini alla vita culturale e ribadisce il valore del patrimonio culturale sia come fonte utile allo sviluppo umano, alla valorizzazione delle diversità culturali e alla promozione del dialogo interculturale, sia come modello di sviluppo economico fondato sul principio di utilizzo sostenibile delle risorse.

A breve verranno pubblicati i bandi per esperti, tutor e figure aggiuntIve che lavoreranno con gli studenti sul territorio con metodologie e innovatività al passo dei tempi, elementi ulteriori di recupero del ritardo che ci tocca di colmare insieme.

Antonio IANNECE

 

morfologia conteso Omnicomprensivo lacedonia  scuole Lacedonia

scuole Aquilonia scuole Monteverde

DESCRIZIONE PROGETTO MESTIERE DI CONSERVARE

ATTIVITA DEL PROGETTO MESTIERE DI CONSERVARE

RISULTATI ATTESI MESTIERE DI CONSERVARE

 

 

DESCRIZIONE PROGETTO CULTURALMENTE

ATTIVITA DI PROGETTO CULTURALMENTE

RISULTATI ATTESI CULTURALMENTE

 

 

LA METODOLOGIA E L'INNOVATIVITA' DEI DUE PROGETTI

 

METODOLOGIA E INNOVATIVITA DI PROGETTO CULTURALMENTE

 

 

 
 
 
Condividi su:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Italian English French Spanish

Novità

Novità

Utenti On Line

Abbiamo 109 visitatori e nessun utente online